top of page

Lugano festeggia i suoi diciottenni


Nella sala concerti dello Studio Foce, il Sindaco Michele Foletti, il Vicesindaco Roberto

Badaracco e i Municipali Cristina Zanini Barzaghi e Tiziano Galeazzi hanno ricevuto, ieri

sera, i diciottenni della Città di Lugano. Nel corso della serata sono intervenute tre

giovani ragazze ticinesi diplomate presso la Scuola specializzata superiore di

abbigliamento e design della moda a Viganello che hanno illustrato ai presenti il loro

progetto imprenditoriale basato sul riutilizzo di abiti usati dando loro nuova vita.

Alla presenza di una novantina tra ragazze e ragazzi è dapprima intervenuto il Sindaco

Michele Foletti, sottolineando il particolare momento storico nel quale si susseguono

importanti cambiamenti tecnologici: “Ogni nuova generazione, che si affaccia all’età adulta, trova davanti a sé rischi ed opportunità. Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando la vita quotidiana e l’Amministrazione comunale ne è consapevole. Lugano è una città aperta all’innovazione e collabora con le principali istituzioni formative come USI, SUPSI e Franklin College per creare sinergie che contribuiscono in maniera tangibile al benessere della società. Anche Lugano Living Lab, laboratorio urbano della Città di Lugano, è orientato alla promozione e alla realizzazione di progetti innovativi per migliorare la qualità di vita dei suoi cittadini”.

Dopo le parole del Sindaco, sono salite sul palco le tre ospiti Melanie Marcon Zambon, Elisa Miozzari e Franca Trepp, fondatrici del marchio “Dress it Again”. L’eccezionalità del loro brand è quella di creare nuovi capi di abbigliamento basandosi sul riutilizzo di abiti usati (“Dress it again” vuol dire proprio “indossalo ancora”), in un processo che mette in gioco, da un lato, molta creatività e, dall’altro, lungimiranza e azione indirizzate verso una maggiore sostenibilità dei consumi. Terminati gli studi presso la Scuola specializzata

superiore di abbigliamento e design della moda a Viganello e incontrando molte difficoltà nel trovare un lavoro, hanno avuto una brillante idea che le ha portate a creare il loro brand e ad iniziare un’avventura imprenditoriale molto promettente. Oggi le ragazze stanno creando la loro nuova collezione e ultimando il loro sito web.

Con molta simpatia e spontaneità, Melanie, Elisa e Franca hanno raccontato la loro

esperienza e illustrato ai giovani le loro creazioni.

I diciottenni, dopo la firma del libro d’onore, hanno ricevuto in omaggio la borraccia della Città di Lugano, il volume Conoscere conoscersi, la possibilità di sottoscrivere un

abbonamento gratuito al Corriere del Ticino online della durata di un anno e, non da

ultimo, la possibilità di attivare la MyLugano con il versamento di un montante omaggio in LVGA – la valuta digitale della Città - equivalente a 50 franchi da spendere presso gli oltre 300 partner del circuito MyLugano.

307769578_406164475006778_8482163981404241632_n.jpg
AN_logo.png
1637749834293_image001.webp
bottom of page