top of page

Inaugurato il nuovo distaccamento operativo dei pompieri di Lugano ad Agno


La Città di Lugano inaugura oggi il nuovo distaccamento operativo dei pompieri professionisti di Lugano dislocato ad Agno, in prossimità di Lugano-Airport. Il Corpo civici pompieri Lugano ha così ulteriormente migliorato l’efficienza delle prestazioni di servizio urgenti nel territorio dei Comuni convenzionati (Malcantone e Valle del Vedeggio).

Il Corpo civici pompieri Lugano - Centro di Soccorso Cantonale di riferimento per tutto il distretto - ha fra le sue esigenze e obiettivi di servizio la prontezza di intervento. Infatti, è chiamato a garantire le prestazioni di soccorso quotidiane a tutela della popolazione di 25 Comuni convenzionati. La messa in esercizio di un distaccamento operativo dislocato ad Agno è una misura che permette di sopperire al problema della difficoltosa situazione viaria nella regione, garantendo tempi di intervento adeguati.

Il picchetto di Agno - operativo dal 1. luglio - assicura la copertura del territorio e, nel contempo, garantisce e consolida la collaborazione con i pompieri aziendali dell’aeroscalo. Questa soluzione logistica, dislocata presso una struttura di proprietà della Città di Lugano, dispone di spazi interni ed esterni e dell’accesso alle principali vie di transito.

Sono così rispettate le direttive nazionali della Coordinazione Svizzera Pompieri (CSP), che definiscono i tempi per raggiungere il luogo dell’evento, ed è mantenuta la qualità del servizio verso i Comuni convenzionati del Malcantone e della Valle del Vedeggio, fortemente toccati da problemi viari. Nell'ambito del primo intervento, quando la tempistica gioca un ruolo fondamentale, le misure per proteggere persone, animali, ambiente e beni materiali devono essere intraprese entro 15 minuti in zone a rischio medio basso ed entro 10 minuti in zone a rischio medio alto. In caso di eventi che richiedono l'utilizzo di dispositivi di salvataggio (autoscala, braccio elevatore aereo), questi ultimi devono raggiungere il luogo dell'evento entro 20 minuti dall'allarme.

Non da ultimo, in questo modo viene rafforzata la collaborazione nella formazione e nell'interventistica con l'aeroporto, consolidata la collaborazione operativa con i Corpi pompieri prossimi allo scalo aeroportuale e dato seguito alla richiesta del Comune di Tresa di supportare il Corpo pompieri locale.

In questa prima fase, 3-4 militi professionisti saranno in servizio dal lunedì al sabato, con materiale e veicoli di primo intervento.


Comments


bottom of page