top of page

Inaugurati la scuola dell’infanzia di Molino Nuovo e gli spazi pubblici riqualificati

È stata inaugurata oggi alla presenza del Sindaco Michele Foletti e dei Municipali Cristina Zanini Barzaghi e Lorenzo Quadri la nuova scuola dell’infanzia (SI) di Molino Nuovo e gli spazi pubblici riqualificati.


La nuova SI di Molino Nuovo si sviluppa su tre livelli e accoglie oggi sei sezioni (con la possibilità di estenderle a otto) organizzate a coppie attorno al blocco centrale. Al piano terra si trovano il guardaroba e lo spazio di attesa, al primo piano i locali per le attività tranquille, al secondo piano gli spazi per lo svolgimento di attività di movimento, il riposo e la refezione. Le facciate a est e ovest sono caratterizzate da grandi vetrate e da un rivestimento in acciaio zincato che ospita le protezioni solari. Dietro la struttura i bambini possono giocare liberi e in sicurezza in un parco giochi situato in un ampio prato. Il colorato edificio – costruito nel rispetto dell’ambiente e della salute dei bambini – è conforme agli standard Minergie, con un impianto di ventilazione dolce che garantisce un maggiore comfort abitativo.



Anche l’area accanto alla SI è stata riqualificata con un nuovo campo da basket, un campo per il calcetto, tavoli, panchine in beton e servizi. Tutto il comparto, che raggiunge quasi 7’000 m2, è stato progettato con l’obiettivo di valorizzare la zona e conferirle una nuova centralità all’interno del quartiere.

Di fronte alla scuola, lo stabile Bossi, realizzato nel 1934 e sede prima di un lazzaretto e poi della scuola dell’infanzia, continua ad accogliere i bambini che frequentano l’orario prolungato, un’opzione che sostiene le esigenze delle famiglie. A partire dal mese di novembre sono previsti alcuni lavori di manutenzione: il rifacimento dell’impermeabilizzazione del tetto, opere di miglioria all’interno dello stabile e la sistemazione delle facciate esterne.

Grazie alla riqualifica dell’area, il quartiere di Molino Nuovo acquista una dimensione nuova, con ricadute positive sull’intera comunità, che oggi dispone di un parco pubblico, luogo di incontro e socializzazione. Inoltre, il comparto è ora collegato, tramite l’asse verde previsto a Piano regolatore, ad altri spazi di valenza pubblica quali il Campus USI, Casa Serena e il Parco Ciani.


Comments


bottom of page