top of page

IL PILOTA SVIZZERO CENTRA CON LA LAMBORGHINI DI IMPERIALE IL SECONDO POSTO

IL PILOTA SVIZZERO CENTRA CON LA LAMBORGHINI DI IMPERIALE IL SECONDO POSTO AL TERMINE DI UNA GARA CONDIZIONATA DAL BAGNATO



Pergusa, 22 maggio 2023. Un weekend pazzo, quello che ha consegnato a Kevin Gilardoni un ottimo secondo posto nell'apertura del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. A Pergusa il pilota svizzero, alla sua prima apparizione nella serie tricolore e sullo stesso tracciato siciliano, ha iniziato con un podio. Un podio che vale oro, per come era iniziato questo fine settimana. Prima la pioggia e quindi il vento a quasi 60 km/h e la foschia, che sabato ha reso necessario cancellare il terzo turno di libere e rinviare le qualifiche a questa mattina. Qualifiche svolte ancora sul bagnato, che sono state accorciate ad una sola sessione di dieci minuti, nella quale è toccato a Stuart Middleton salire sulla Lamborghini Huracán GT3 EVO numero 54 del team Imperiale per piazzarla subito in pole. La gara di due ore ha preso il via ancora sotto la pioggia battente, con i primi due giri percorsi dietro alla safety car. Poi la bandiera rossa, a causa delle condizioni assolutamente proibitive, cui è seguita una sosta di oltre un'ora. Quindi la ripartenza ed altri quattro giri in regime di neutralizzazione prima del semaforo verde, sempre con il bagnato. Middleton è rimasto al comando per i primi 14 giri, dando anche l'impressione di potere incrementare il proprio vantaggio sulla Ferrari 488 di Tommaso Mosca. Ma una piccola escursione sulla ghiaia dell'ultima variante prima dei box lo ha fatto scivolare secondo. L'inglese, nel corso del primo pit-stop, ha così ceduto il volante al messicano Raúl Guzman, rientrato ancora secondo e nella stessa posizione anche al termine del proprio turno di guida, quando è salito in macchina Gilardoni. Quest'ultimo ha completato uno stint impeccabile, senza commettere errori di sorta fino al traguardo. "Sono contento di iniziare la stagione con un podio, anche se il weekend a causa del meteo è stato molto difficile e alla fine ho trascorso davvero poco tempo in macchina - ha commentato Gilardoni - Speriamo comunque di avere un BoP migliore a partire dal prossimo round, perché a Pergusa di sicuro non ci ha aiutato. Ringrazio il team per il grande impegno svolto e i miei compagni, con cui ho lavorato in perfetta sintonia”. Punti importanti quelli portati a casa da Gilardoni e dai suoi compagni, in vista del prossimo appuntamento che si svolgerà appunto sul circuito toscano del Mugello nel fine settimana dell'8 e 9 luglio.



Comments


bottom of page