A Morcote venerdì 30 settembre il dibattito aperto al pubblico “Crisi e/o Opportunità - ENERGIA”

U

n incontro sotto l’egida di “Morcote Dialogo Ambiente” al quale interverranno: l’Arch. Roberto Marcon, l’Arch. Giorgio Benicchio, il Docente-Ricercatore Roger König e l’Ing. Giacomo Caratti

Venerdì 30 settembre alle ore 19.30 presso la Sala Sergio Maspoli del Comune di Morcote (Riva da S.Antoni 10) si svolge il terzo appuntamento con “Morcote Dialogo Ambiente”, il ciclo di conferenze ed incontri voluti fortemente dal Comune, per affrontare temi ambientali, climatici, sostenibili ed energetici grazie alla partecipazione di comprovati esperti nel settore.

Il dibattito di venerdì dal titolo “Crisi e/o opportunità - ENERGIA”, mai così attuale come ora, cercherà di fare chiarezza sulla crisi globale offrendo soluzioni concrete a livello locale per un approvvigionamento sostenibile. L’evento sarà totalmente gratuito e aperto al pubblico

Ad aprire la serata, l’ideatore del ciclo di conferenze “Morcote Dialogo Ambiente”, Jürg Schwerzmann, Municipale e Capo Dicastero edilizia privata di Morcote.

A seguire interverranno:

° Roberto Marcon, Architetto SUPSI-OTIA Il tetto verde - non solo bellezza

° Giorgio Benicchio, Architetto paesaggista HTL-OTIA Il tetto verde - efficienza ecologica ed energetica

° Roger König, Docente-Ricercatore SUPSI-IM-BET Energia rinnovabile locale - Biogas

° Giacomo Caratti, Ingegnere civile ETHZ, Sindaco di Morcote e Capo Dicastero opere pubbliche di Morcote L’acqua del lago per riscaldare e raffrescare in modo sostenibile in un nucleo

Durante la conferenza verranno esposti progetti concreti inerenti all’approvvigionamento energetico sostenibile realizzate anche nel nucleo di Morcote: dall’utilizzo di pannelli fotovoltaici installati su tetti verdi, che hanno raggiunto rendimenti fino al 30% in più rispetto alle classiche coperture; allo sfruttamento ecosostenibile dell’acqua del lago attraverso l’utilizzo di termopompe, che può risolvere il problema del riscaldamento e del raffrescamento di un nucleo abitativo; all’adozione di fonti di energia rinnovabili come il biogas che, insieme alle altre installazioni, può contribuire ad evitare, sul proprio territorio, il rolling blackout.

“La guerra in Ucraina ha provocato una crisi energetica globale che riguarda anche la Svizzera. Per evitare, nel limite del possibile, una situazione di penuria e rafforzare la sicurezza di approvvigionamento, la Confederazione, i Cantoni e la Commissione per l'energia elettrica (ElCom), così come le industrie dell'elettricità e del gas, lavorano da tempo in stretta collaborazione ed hanno già adottato diverse misure per creare riserve, ridurre la dipendenza da petrolio e gas e rafforzare le energie rinnovabili nazionali. A tale scopo sono già state adottate diverse misure”. Questa è la dichiarazione riportata dal DATEC (Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti dell’energia e della comunicazione) in relazione alla situazione attuale (fonte: https://www.admin.ch/gov/it/pag(ina-iniziale/documentazione/energie.html)

Jürg Schwerzmann, Municipale e Capo Dicastero edilizia privata di Morcote ha dichiarato “La nostra amministrazione comunale è da sempre molto sensibile alla tutela della biosfera e al rispetto dell’ambiente e, in quest’ottica, sta lavorando da tempo per realizzare quanto possibile per ridurre l’impatto ambientale nonchè i consumi di energia”. e continua “Da un lato, le recenti esperienze rendono necessario ripensare le strategie, ma dobbiamo guardare più avanti nel futuro: quali tecnologie potrebbero essere a nostra disposizione tra 20 anni? Nel nostro territorio cerchiamo quindi di fare il più possibile scelte consapevoli che portino nella direzione di fonti sostenibili affinchè si possa traghettare Morcote verso l’autonomia energetica in caso di estrema necessità” e aggiunge “Gli incontri come quello in programma il 30 settembre, sotto l’egida di MORCOTE DIALOGO AMBIENTE, nascono proprio per portare consapevolezza sul territorio, approfondire la tematica esposta, comprendere cosa si sta attuando nonchè trovare soluzioni innovative per aumentarne l’efficaca nel rispetto del bene comune.” conclude Schwerzmann.

Al termini dell’incontro “Crisi e/o Opportunità - ENERGIA” ci sarà altresì occasione per approfondire il tema trattato, relazionarsi con gli ospiti presenti in sala e conoscere le iniziative future in programma a Morcote.

Tutti gli eventi di Morcote sono consultabili sul sito www.visitmorcote.ch /Eventi.

Morcote Dialogo Ambiente è il ciclo di conferenze fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Morcote che intende dedicare ampio spazio ai temi ambientali. Al termine di ogni incontro si ha la straordinaria occasione di relazionarsi con i relatori intervenuti per approfondire i temi trattati durante la conferenza.

Il primo dibattito si è svolto il 15 luglio 2021 nello Spazio Garavello 7 al 7° piano dell’autosilo comunale Garavello. L’evento intitolato “Microplastiche” ha affrontato i i diversi aspetti collegati al fenomeno dell’inquinamento da microplastiche nel Lago Ceresio grazie alla partecipazione di esperti di settore tra i quali ricercatori e ricercatrici della SUPSI. (in allegato la locandina del primo evento)

Giovedì 16 giugno 2022 si è tenuto il secondo appuntamento dedicato al tema ambientale e alla biodiversità intitolato: “Biosfera Morcote - Clima”. Si è parlato di Micro-Clima partendo dall’analisi dell’effetto del riscaldamento globale per poi ricondurre il dibattito al territorio ticinese e in particolar modo a Morcote. L’incontro ha offerto lo spunto per parlare delle molteplici possibilità di reazione all’effetto serra partendo proprio dagli elementi naturali presenti nella nostra regione. (in allegato la locandina del secondo evento)

Il terzo incontro si terrà il 30 settembre 2022. Argomento: Crisi Energetica”

MORCOTE (CH) Situato sul lago di Lugano, nel Canton Ticino (Svizzera), Morcote è uno dei più bei villaggi della Svizzera. Le caratteristiche stradine, i portici delle antiche case patrizie, i monumenti architettonici di grande valore, e una vegetazione subtropicale lussureggiante fanno di Morcote la “Perla del Ceresio”, una perla che, nel 2016, si è meritata la nomina a più bel borgo svizzero, ed è iscritta nell'Inventario federale (ISOS) dei borghi da proteggere. Il nome Morcote deriva dal termine protolatino MORA, che indica un’area sassosa, e CAPUT, che sta per testa o fine. MORAE CAPUT significa pertanto fine del monte o della roccia, punta della penisola. La denominazione per l’abitante di Morcote appare per la prima volta in un documento del 926 dc: HABITATOR IN MURCAU. Nel periodo di maggior splendore dell’antico Borgo di Morcò, l’insediamento aveva la forma di un anfiteatro e si estendeva da Vico Morcote fino a Porto Ceresio, chiamato allora Porto Morcote. Uno splendore che continua a incantare svizzeri e turisti provenienti da tutte le parti del mondo.